Cominciamo il nostro viaggio in Qucs con l’analisi in continua (DC). Useremo la versione 0.0.15 in italiano di Qucs.

Per prima cosa dobbiamo creare lo schema del circuito che vogliamo simulare. Aprendo Qucs ci troveremo davanti questa schermata:

1

Sulla sinistra vediamo tre tasti: Progetti, Contenuti, Componenti. Per adesso trascuriamo i primi due e clicchiamo su componenti. Nella casella subito a fianco si aprirà una finestra con i simboli circuitali dei vari componenti inseribili.

Nota: cliccando più volte su componenti la finestra si chiude, per riaprirla basta fare un altro click sul tasto Componenti.

Nel menù a tendina possiamo scegliere la categoria di componenti da utilizzare. Dando uno sguardo ad ogni categoria ci facciamo subito un’idea della disponibilità di componenti: in Qucs sono disponibili non solo i componenti ideali, ma anche una vasta liberia di componenti reali accessibile dal menù Strumenti > libreria componenti.

Bene, cominciamo provando a realizzare il partitore di tensione visto nell’articolo sulle resistenze: per inserire le resistenze basta andare nel gruppo componenti discreti cliccare su Resistore US e poi cliccare sul piano di lavoro per inserire il componente. Prima ancora di inserire il componente lo possiamo orientare cliccando con il tasto destro per farlo ruotare finchè  non si trova nella posizione voluta. Inseriamo anche un generatore di tensione: andiamo nel gruppo generatori e scegliamo il generatore di tensione DC. Il piano di lavoro risulta essere:

2

A questo punto dobbiamo collegare i componenti tra di loro. Per far ciò guardiamo la barra degli strumenti

3

Scegliamo lo strumento filo (ogni strumento ha una combinazione di tasti di scelta rapida in questo caso usando Ctrl+E si attiva lo strumento filo). Per usare lo strumento basta cliccare su un nodo, e poi fare sull’altro, questo è il risultato:

4

Per aggiungere la massa sempre sulla barra degli strumenti lo strumento inserisci terra (Ctrl+G) e applichiamola ai nodi rimasti:

xx 5 xx Adesso vediamo come impostare i valori dei vari componenti. Lo strumento è il “seleziona” (Esc), il cursore diventa una semplice freccia bianca, clicchiamo sul componente con il tasto destro per aprire il menù a tendina scegliendo “Modifica proprietà” si apre il menù del componente.

Nota: con “Muovi testo componente” possiamo spostare le scritte relative al componente sullo schema per una maggiore visibilità.