Il problema principale per chi comincia a lavorare con i Pic sta nella loro programmazione. In rete si trovano numerosissime soluzioni già pronte da utilizzare al costo di 15-20€, ma a noi di ProvaloTu.com piace realizzare i nostri strumenti (ove possibile) e amiamo contenere il budget (il che non guasta mai). Inoltre la soluzione qui proposta è disponibile anche su ebay basta cercare kit jdm o  programmatore jdm.

La soluzione che vi proponiamo qui si basa sul software PICPgm freeware e sul programmatore più semplice da realizzare il JDM.
p1020245
In figura potete vedere il prototipo che ho realizzato al volo per provarlo: ha funzionato bene per i PIC18F4550 e i PIC18f2455. Ho ordinato anche dei PIC12F*** per provarli ma ancora non mi sono arrivati…
Come si vede dalla figura lo schema è molto semplice e compatto, si usa la porta seriale per collegarlo al PC.

Prima di cominciare vediamo quali sono i suoi limiti.

Requisito importante è che la seriale sia una “buona seriale”: dato che l’alimentazione del PIC, in fase di programmazione, viene presa proprio dalla seriale, occorre che questa possieda una buona capacità di pilotaggio. Se pensate di collegarlo ad un PC fisso potete andare sul sicuro, i problemi possono sorgere con alcuni portatili.

I PIC supportati dono diversi, dal sito di PICPgm si legge che l’accoppiata software-jdm permette di gestire tutti i pic che possono essere programmati a bassa tensione. Noi lo abbiamo provato sulla serie 18f e tutto è andato bene. Via via che farò altre prove vi terrò aggiornati.

Lo schema

Lo schema elettrico è abbastanza semplice:

schema-circuito

I condensatori sono di tipo elettrollitico e hanno il polo negativo collegato verso il basso in questo schema. Di seguito la mappa dei collegamenti della seriale e dei pic:

schema-collegamenti

I componenti necessari sono veramente pochi, potreste benissimo averli a casa, in ogni caso su ebay cercando programmatore jdm spuntano delle inserzioni che con pochi euro vi permettono di avere tutti i componenti.