LiquidCrystal – LCD con l’Arduino

Nella prossima serie di articoli vedremo come usare la libreria LiquidCrystal.

Indice degli argomenti

Setup dell’LCD;
print();
Gestione del cursore;
setCursor();
home() e clear();
Scroll del testo;
creare un simbolo;

Essa ci permette di pilotare con facilità gli schermi lcd alfanumerici (che si basano sul chipset HD44780) mettendoci a disposizione molte funzioni per la gestione dei caratteri visualizzati.

Per questi articoli abbiamo usato lo schermo CM162-4 con 2 righe e 16 caratteri, ma va bene qualsiasi schermo compatibile con lo standard HD44780

schermo

Setup dello schermo
Prima di vedere il codice vediamo come collegare lo schermo all’arduino.
Il cablaggio non è molto agevole, basti guardare lo schema in Fritzing

lcd_bb

Su breadBoard possiamo realizzarlo così:

xxx cablaggio1 xxx cablaggio2
cablaggio3

Da notare che abbiamo saldato una striscia di pin sullo schermo, questo ci facilita il lavoro sia su breadboard che sui nostri circuiti (dove basterà usare una striscia di pin femmina);

4 commenti su “LiquidCrystal – LCD con l’Arduino”

  1. salve, purtroppo non possiedo un potenziometro non è che mi potreste dire gentilmente a che vaolre lo ha messo perche non riesco a vedere niente sul mio display e non so come mai !!

    1. Salve, grazie per il tuo commento.
      Il valore non lo ricordo, e purtroppo il progetto he ho realizzato non l’ho a portata di mano (domani ti farò avere più dettagli).
      Quello che mi premeva dirti subito sono due cose:

      1) Il potenziometro come quello in figura è un oggetto di qualità pessima (per non dire altro) e durante la realizzazione di questo articolo m ha fatto impazzire perchè o non fa bene contatto all’interno (prova a spingere un pò la levetta verso l’interno del potenzionmetro) o a volte non fa bene contatto sulla bread board (i pin sono troppo grandi e serve schiacciarlo un pò sulla breadboard);

      2) Lo standard HD44780 si riferisce solo ai comandi da inviare, non alla gestione del contrasto (o della retroilluminazione) quindi può essere che lo schermo in tuo possesso abbia dei pin differenti e modalità differenti per la gestione del contrasto.

      Queste sono i due problemi che, per esperienza, capitano spesso. Io ho risolto mettendo in maniera stabile (mi sono costruito una specie di shield) una resistenza e lasciando fisso il contrasto. Appena riesco a trovarlo ti dò i dettagli.

      1. Il controllo del contrasto non rientra nello standard, ogni produttore lo gestisce in maniera arbitraria.
        Mi sono capitati LCD, come il tuo, in cui il contrasto veniva gestito al contrario, basta capire come funziona il proprio schermo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *