Il condensatore è il secondo componente più usato nei circuiti elettrici (dopo la resistenza). E’ un dispositivo in grado di accumulare carica (fase di carica) e poi restituirla al circuito (fase di scarica).

Il condensatore è molto usato per le sue doti di filtro elementare: la sua caratteristica è i = Cfrac{dv}{dt} ciò vuol dire che la tensione deve essere continua nel tempo; in pratica il condensatore si oppone alle repentine variazioni di tensione e questo è il motivo per cui viene usato come filtro.Inoltre la sua caratteristica spiega anche perchè il condensatore viene usato nelle reti di polarizzazione per evitare che il segnale disturbi la polarizzazione di un transistor.

Ma procediamo con calma….

Il componente discreto

Ci sono condensatori di diverso tipo:

xx tnt001 xx cd104 xx cel001 xx cd103

I condensatori elettrolitici posseggono una polarità (un preciso verso per il montaggio) il terminale negativo è contrassegnato da una fascia sul fianco. Di seguito i due simboli circuitali.

xxxxxxx cir2 xxxxx circ1

Per quanto riguarda il valore delle capacità dei condensatori (a parte gli elettrolitici che l’hanno chiaramente scritto sul fianco) esistono tre diverse convenzioni, raccolte nella seguente tabella:

Picofarad A B Picofarad A B C D
0,5 0,5 p5 1.000 102 1n .001
1,0 1 1p0 1.200 122 1n2 .0012
1,2 1.2 1p2 1.500 1502 1n5 .0015
1,5 1.5 1p5 1.800 182 1n8 .0018
1,8 1.8 1p8 2.200 222 2n2 .0022
2,2 2.2 2p2 2.700 272 2n7 .0027
2,7 2.7 2p7 3.300 332 3n3 .0033
3,3 3.3 3p3 3.900 392 3n9 .0039
3,9 3.9 3p9 4.700 472 4n7 .0047
4,7 4.7 4p7 5.600 562 5n6 .0056
5,6 5.6 5p6 6.800 682 6n8 .0068
6,8 6.8 6p8 8.200 822 8n2 .0082
8,2 8.2 8p2 10.000 103 10n .01 u01
10 10 10 12.000 123 12n .012 u012
12 12 12 15.000 153 15n .015 u015
15 15 15 18.000 183 18n .018 u018
18 18 18 22.000 223 22n .022 u022
22 22 22 27.000 273 27n .027 u027
27 27 27 33.000 333 33n .033 u033
33 33 33 39.000 393 39n .039 u039
39 39 39 47.000 473 47n .047 u047
47 47 47 56.000 563 56n .056 u056
56 56 56 68.000 683 68n .068 u068
68 68 68 82.000 823 82n .082 u082
82 82 82 100.000 104 100n .1 u1
100 101 n10 120.000 124 120n .12 u12
120 121 n12 150.000 154 150n .15 u15
150 151 n15 180.000 184 180n .18 u18
180 181 n18 220.000 224 220n .22 u22
220 221 n22 270.000 274 270n .27 u27
270 271 n27 330.000 334 330n .33 u33
330 331 n33 390.000 394 390n .39 u39
390 391 n39 470.000 474 470n .47 u47
470 471 n47 560.000 564 560n .56 u56
560 561 n56 680.000 684 680n .68 u68
680 681 n68 820.000 824 820n .82 u82
820 821 n82 1 microF 105 1 1 1u

Così a prima vista sembra complicato, ma con un pò di pratica verrà più semplice.

Per quanto riguarda le connessioni serie e parallelo, i condensatori si comportano, nel calcolo delle capacità equivalenti, in maniera inversa alle resistenze:

serie parallelo
frac{1}{C_{tot}}=frac{1}{C_{1}}+frac{1}{C_{2}}+frac{1}{C_{3}} C_{tot}=C_{1}+C_{2}+C_{3}