Funzione Tab

Tutti noi sappiamo come sia facile mettersi a scrivere un pò di codice nella “foga dell’ispirazione” e dopo non riuscire a capirci niente.

Finchè stiamo elaborando brevi sketch la cosa non sembra molto grave, ma non appena arriviamo ad avere un listato con più di 500 righe di codice e almeno una ventina di funzioni vi assicuro che andare a capirci qualcosa l’indomani è quasi impossibile.

Oltre all’uso dei commenti (caldamente consigliati da qualsiasi guida di programmazione) l’Ide di Arduino ci viene incontro fornendoci la funzione tab.

Cliccando sul triangolino cerchiato nella figura sottostante si apre il menù di gestione dei tab. Facciamo New Tab

1

Ci verrà chiesto di inserire un nome per il nuovo tab. Questo serve perchè tutto il codice che andremo a scrivere in questo nuovo tab verrà salvato in un file diverso nominato proprio con lo stesso nome del tab.

2

All’interno del tab possiamo scrivere qualsiasi codice vogliamo (ovviamente funzioni a se stanti, non possiamo cioè continuare il void loop in un secondo file) con il vantaggio di poter dividere le diverse funzioni in file appositi senza bisogno di particolari direttive #include.

3

Nelle immagini proposte potete vedere come il progetto di un multimetro venga agevolmente suddiviso nelle sue varie sezioni (voltmetro, capacimetro, ecc…) senza che il codice diventi troppo ingarbugliato.

Viaggio nei cloni di Arduino – chipKIT Uno e Maxi

Nel panorama delle piattaforme cloni del famoso Arduino risulta degna chipKIT, prodotta dalla Digilent.

Questo microcontrollore è presente in due versioni la Uno32™ (con 42 I/O) e la Max32™ (con 83 I/O) entrabe perfettamente compatibili con tutti i codici sviluppati per l’Arduino nonchè per i vari shield sviluppati per la piattaforma Italiana.

La versione Uno32™ presenta:

tile_chipkit-uno32_150

  • Microchip® PIC32MX320F128 processor
    • 80 Mhz 32-bit MIPS
    • 128K Flash, 16K SRAM
  • Compatible with many existing Arduino™ code examples, reference materials and other resources
  • Can also be programmed using Microchip’s MPLAB® IDE (along with a PICkit 3 and our PICkit3 Programming Cable Kit, seen below)
  • Arduino™ “Uno” form factor
  • Compatible with many Arduino™ shields
  • 42 available I/O
  • User LED
  • Connects to a PC using a USB A -> mini B cable
Le caratteristiche della versione Max32™ sono:
tile_chipkit-max32_150
  • Microchip® PIC32MX795F512 processor
    • 80 Mhz 32-bit MIPS
    • 512K Flash, 128K RAM
    • USB 2.0 OTG controller
    • 10/100 Ethernet MAC
    • Dual CAN controllers
  • Provides additional memory and advanced communications peripherals
  • Compatible with many existing Arduino code examples, reference materials and other resources
  • Can also be programmed using Microchip’s MPLAB® IDE (along with a PICkit 3 and our PICkit3 Programming Cable Kit, seen below)
  • Arduino™ “Mega” form factor
  • Compatible with many Arduino™ shields
  • 83 available I/O
  • User LED
  • Connects to a PC using a USB A -> mini B cable
I costi sono inferiori rispetto ad Arduino, essendo di $26.95 per la Uno e di $49.50.
Lo sviluppo delle applicazioni per queste piattaforme avviene utilizzando un ambiente basato sull’originale Arduino ™ IDE opportunamente modificato per supportare PIC32. Tale ambiente di sviluppo modificato mantiene, comunque, anche il supporto per l’originale Arduino.
Link per l’acquisto:
Per il modello Uno32™
Per il modello Max32™

Viaggio nei cloni di Arduino – Pinguino

Innauguriamo questa nuova categoria del nostro sito cominciando a parlare di Pinguino (con l’accento sulla prima “i” per avere la stessa cadenza di Arduino).

pinguino4

Sebbene fedeli sostenitori di Arduino, non solo per essere stato il primo nel suo genere, ma anche per l’ampio supporto e l’ampia comunità sia italiana che estera, non potevamo ignorare tutte le altre board che cercano di ritagliarsi un proprio posticino.
Cercheremo di analizzare i pro e i contro di ognuna di queste board in un breve articolo panoramico fornendo tutti i riferimenti per permettervi di approfondire l’argomento.

Pinguino si basa sui PIC della Microchip una serie di microcontrollori molto versatile, completa, e davvero molto usata!

Il sito ufficiale del progetto è questo.

Come possiamo vedere viene fornito lo schema, completo di pcb. Noi di ProvaloTu.com abbiamo provato la versione con il pic PIC18f4550 un microcontrollore a 40 pin. Dal suo datasheet possiamo vedere tutte le caratteristiche e le perifiche a disposizione tra le quali hanno particolare evidenza:

  • un modulo USB
  • un convertitore A/D
  • un modulo di comunicazione seriale (MSSP)

E’ proprio il modulo USB integrato a rendere Pinguino un rivale di Arduino degno di considerazione.
In effetti, come possiamo vedere dalla sua wiki-page, relativamente al confronto con Arduino (sia pro che contro), tutte le caratteristiche elencate ci sembrano ben scarsa roba: poche caratteristiche interessanti dal punto di vista Hardware; limitata compatibilità con le librerie di Arduino; comunità notevolmente ridotta rispetto a quella di Arduino (come da loro stessi dichiarato) e questo si traduce in poco supporto, pochi sviluppatori, pochi spunti per nuove idee.

Come dicevamo poco sopra, il modulo USB ci permette di non usare un convertitore USB-Seriale, componente che, nel costo totale per la realizzazione di un Arduino, incide in modo particolare. Inoltre, l’estrema flessibilità nella scelta del pic da utilizzare, permette di creare una board Ad-Hoc adatta alle proprie esigenze.